Tutte Le Vitamine Sono Ugualmente Utili E Dove Iniziare A Prenderle In Autunno?

Tutte le vitamine sono ugualmente utili e dove iniziare a prenderle in autunno?

Quando arriva il freddo, molte persone si precipitano in farmacia per abitudine per acquistare nuovi complessi vitaminici, di solito quelli suggeriti insistentemente dalla pubblicità. Gli esperti ci ricordano che, prima di assumere vitamine, è necessario scoprire esattamente quali micronutrienti mancano al nostro organismo. Altrimenti si rischia un'overdose. Per esempio, sapevate che una quantità eccessiva della tanto amata vitamina C può causare nausea, flatulenza, vomito, crampi intestinali e altro ancora?

Quali vitamine e il sovradosaggio

In un precedente articolo sull'argomento, vi abbiamo detto che esistono vitamine naturali e crude (RAW) che sono più facili da digerire per l'organismo. Le vitamine sintetiche sono più accessibili, ma anche meno utili: la composizione chimica dei loro componenti difficilmente si lega all'organismo e sono scarsamente assorbite. E dopo un mese di consumo di complessi vitaminici sintetici, l'organismo perde praticamente la capacità di assorbire le vitamine dagli alimenti.

Si sente spesso parlare di quanto sia importante eliminare le carenze vitaminiche, dimenticando i pericoli dell'ipervitaminosi. Per esempio, un sovradosaggio di vitamina B1 può causare uno shock anafilattico, la B3 può provocare dolori muscolari e problemi cardiovascolari, una quantità eccessiva di B6 porta a confusione e iperacidità della secrezione gastrica, la D causa aritmia, insufficienza renale e ipertensione. Un eccesso di vitamina A può provocare nausea, vomito, fotofobia, dolori muscolari e articolari.

Se si decide di integrare il proprio corpo con le vitamine, è bene consultare prima un endocrinologo. Molto probabilmente vi chiederà di sottoporvi a un esame ematochimico, per verificare lo stato delle vitamine e dei micronutrienti nell'organismo. A seconda del peso, del sesso e dell'età, si sceglierà il complesso vitaminico giusto.

Come si verificano le carenze vitaminiche

L'unica vitamina che manca alla persona media in autunno è la vitamina C, poiché non si accumula. Non tutti ne hanno bisogno; chi mangia regolarmente agrumi ed erbe, ad esempio, lo ottiene nella sua forma naturale. Coloro, invece, la cui dieta è carente di fonti naturali di questa vitamina trarranno beneficio dall'assunzione di questa vitamina come indicato. Il resto delle vitamine è probabilmente ancora disponibile in autunno. Durante l'estate, l'organismo dovrebbe aver accumulato minerali utili da frutta fresca, verdura, bacche, oltre a guadagnare vitamina D.

Le carenze vitaminiche possono manifestarsi in modi diversi, a seconda del gruppo specifico. La carenza di vitamina D si manifesta con un aumento della stanchezza e una diminuzione dell'umore. La nausea e la ridotta capacità lavorativa possono indicare una carenza di vitamina B1. L'ipovitaminosi può essere riscontrata nelle persone che sono a dieta.

Violenza e formicolio alle estremità 一 segni di carenza di vitamina B12. Particolare attenzione deve essere prestata a questo micronutriente per le persone con più di 50 anni (viene assorbito meno con l'età) e per i vegetariani 一 più spesso presente negli alimenti di origine animale.

La carenza di vitamina B6 ha manifestazioni più specifiche: eruzioni cutanee, labbra screpolate e lingua dall'aspetto doloroso. La carenza di questa vitamina è relativamente rara, ma può essere riscontrata in persone con malattie epatiche e renali, malattie autoimmuni e donne in gravidanza.

Anemia, ansia e problemi gastrointestinali possono indicare una carenza di vitamina B9.

Il peggioramento della vista, la debolezza muscolare e il ciclo mestruale sono possibili segni di carenza di vitamina E.

Un segno caratteristico di bassi livelli di vitamina A è l'indebolimento della visione crepuscolare. L'ipovitaminosi è associata anche al deterioramento della pelle, dei capelli e delle unghie.

La carenza di vitamina C si manifesta con un calo generale dell'immunità.

Tutte le vitamine sono ugualmente utili e dove iniziare a prenderle in autunno?

La vitamina C è più facile da ottenere dagli agrumi. Foto: Pexels.com

Quando fare il test

Non prendere complessi in farmacia prima di aver consultato il medico. I sintomi di carenza di alcuni possono essere facilmente confusi con quelli di altri, soprattutto se appartengono allo stesso gruppo. Inoltre, i segni dell'ipovitaminosi sono simili a quelli della carenza di minerali e alla manifestazione di varie malattie. Se siete decisi ad assumere un integratore vitaminico, vi consiglio di fare prima un check-up completo per sapere di cosa avete esattamente bisogno. È importante farlo con due settimane di anticipo, altrimenti i risultati dei test saranno falsati. Una volta terminate le vitamine, è possibile sottoporsi a un nuovo esame per scoprire come sono state assorbite. Anche due settimane dopo la fine del corso.

Tutte le vitamine sono ugualmente utili e dove iniziare a prenderle in autunno?

I vegetariani hanno generalmente bisogno di vitamine sintetizzate. Foto: Pexels.com

Una dieta generalmente equilibrata con una quantità sufficiente di verdure fresche, ortaggi, frutta, cereali e prodotti animali aiuta l'organismo ad assumere tutte le vitamine. Le persone che conducono uno stile di vita sano raramente vanno incontro a ipovitaminosi in autunno. Ricordate di fare esercizio fisico e di sottoporvi a controlli annuali e starete bene, in qualsiasi stagione.

Vorrei aggiungere che l'assunzione di vitamine sintetiche (compresse) ha senso per coloro che seguono una dieta specifica, come i vegetariani, o che a causa delle condizioni climatiche non ottengono abbastanza vitamina D.

passion.ru

.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *