Non Sempre Un Dono Salutare Dal Mare: 13 Pesci Da Evitare Nella Dieta

Non sempre un dono salutare dal mare: 13 pesci da evitare nella dieta

I frutti di mare sono una ricca fonte di nutrienti per l'organismo. Contengono ferro, iodio, proteine, che sono benefiche per il cervello e il tratto gastrointestinale, normalizzano i livelli di colesterolo nel sangue e danno energia all'organismo. Tuttavia, è importante ricordare che non tutte le creature marine sono buone solo per noi. New Passion.ru.

Ci siamo abituati a considerare i frutti di mare nella categoria della corretta alimentazione, perché fin dall'infanzia ci viene detto che il pesce è utile ed è necessario mangiarlo. Purtroppo, la qualità di questo prodotto è ampiamente influenzata dall'ambiente. Alcuni tipi di pesci che vivono nei mari e negli oceani sono inquinati da sostanze chimiche industriali, metalli, pesticidi e parassiti. Naturalmente questa \"composizione\" è spaventosa. Per evitare di diventare vittima di frutti di mare contaminati, prestate attenzione a quali pesci è meglio non mangiare.

Sgombro

Per molto tempo, lo sgombro è stato considerato uno dei pesci più sani. Oggi, tuttavia, l'opinione degli scienziati al riguardo è cambiata. Gli esperti hanno scoperto che il tessuto dello sgombro contiene mercurio, che non viene espulso dal corpo umano e spesso causa molte malattie. Il consumo di questo pesce da parte di bambini e donne è considerato estremamente pericoloso, pertanto si consiglia vivamente di escludere lo sgombro dalla propria dieta.

Anguilla

L'anguilla è caratterizzata da un elevato tessuto adiposo, che assorbe facilmente le sostanze chimiche e i rifiuti presenti nell'acqua. Questa specie è anche gravemente contaminata da alte dosi di mercurio, con i più alti livelli di intossicazione riscontrati negli esemplari americani. Inoltre, i medici sconsigliano il consumo di anguilla alle persone che soffrono di asma, sovrappeso, gastrite cronica e malattie della cistifellea e del fegato.

Il kaffelnik

Il kaffelnik è un altro frutto di mare con un alto contenuto di mercurio. Tuttavia, questo non è l'unico motivo per cui non è sicuro consumare questo pesce. A causa dell'eccessiva raccolta di kaffelnickel, vengono pescati senza rispettare le norme sanitarie. Questo provoca un rischio di contaminazione e di deterioramento del pesce, per cui non dovrebbe essere utilizzato in cucina. Come ultima risorsa, è possibile acquistare pesce da mensa pescato in modo più sicuro nell'Atlantico.

Pangasio

Il pangasio viene solitamente pescato nel fiume Mekong, che è uno dei corpi idrici più inquinati al mondo. Grandi quantità di sostanze chimiche, rifiuti agricoli e parassiti influiscono sulla qualità del pesce e sulla sicurezza del suo consumo. Inoltre, come molte altre categorie di frutti di mare, il pangasio contiene mercurio.

Pesci grassi

Il sapore oleoso di questo tipo di pesce è responsabile della gempilotossina, che ha una struttura simile alla cera. Questa sostanza non viene assorbita dall'organismo e può essere dannosa per il tratto gastrointestinale, causando anche disturbi digestivi. Si sconsiglia questo frutto di mare alle persone che soffrono di varie malattie dell'apparato digerente. Tuttavia, se volete davvero servire un pesce del genere, preparatelo friggendo o grigliando. Naturalmente, non bisogna abbandonare completamente il pesce ed escludere dalla propria dieta molte specie utili che sono ricche di vitamine, proteine, acidi grassi, ferro. Nella scelta dei prodotti ittici è molto importante prestare attenzione al loro aspetto e al luogo di cattura. Il pesce fresco ha occhi trasparenti, squame umide e lucide e branchie rosso vivo. Inoltre, quando si acquista pesce refrigerato, bisogna sempre controllare la data di scadenza.

\"La lavorazione dei frutti di mare è una delle fasi più importanti nella preparazione dei piatti che li contengono. Il pesce al vapore è il più salutare per l'organismo. Per esempio, i filetti di salmone possono essere molto succulenti anche senza olio. Questo pesce selvatico dell'Atlantico è ricco di acidi grassi omega-3, vitamine del gruppo B, proteine e biotina. Essendo una fonte di oligoelementi benefici, riduce il rischio di infiammazione nell'organismo e potenzia le funzioni cerebrali. Inoltre, il salmone si sposa bene con verdure come le zucchine e il purè di carote. Questi piatti risultano non solo salutari, ma anche molto gustosi\", - dice Alexey Nikitin, capo chef di Verba Cuisine.

Tilapia

Questo pesce è chiamato anche spazzatura. È un onnivoro e ingerisce assolutamente tutto, dagli alimenti artificiali ai rifiuti organici. Non si sa quindi cosa sia stato somministrato alla tilapia e quante sostanze nocive si siano accumulate nelle sue carni, per cui è meglio evitare o ridurre al minimo il suo consumo.

Salmonidi

Saluga, beluga, spighetta, sterlina, storione o in altre parole \"pesci al mercurio\". Queste varietà sono così chiamate perché in esse si trovano più comunemente metalli pesanti come piombo, cadmio e mercurio.

I pesci e i crostacei accumulano tipicamente il mercurio sotto forma di un composto organico altamente tossico, il metilmercurio. Viene prodotto dal metabolismo dei microrganismi acquatici durante la contaminazione da mercurio dei corpi idrici e viene poi assorbito dalle alghe di cui si nutrono i pesci, portando all'accumulo di mercurio organico nel tessuto adiposo degli abitanti acquatici. Più un pesce vive, più può accumulare questa sostanza. Il principio è lo stesso: limitarne il consumo per non incorrere in un'intossicazione, come nel caso di Victoria Beckham.

Negli ultimi anni, il consumo è aumentato di 2,5 volte, il che ha fatto crescere il fatturato della pesca di 5 volte! Le vendite aumentano in proporzione alla domanda e di conseguenza il tasso di produzione deve aumentare. Ciò solleva la questione della qualità dei prodotti, dato che quasi tutto il pesce che si trova oggi nei negozi è stato allevato artificialmente. Vale quindi la pena di prestare attenzione a ciò che mangiamo.

Specie rare di pesce

Alcune varietà che non dovrebbero essere assolutamente mangiate sono il pesce spada, il marlin, lo squalo, il tonno obeso, lo sgombro reale. È facile non mangiare queste specie, perché non si trovano spesso sugli scaffali dei supermercati. Il motivo principale per evitare di mangiarle è il costo elevato. A causa del prezzo, queste specie ittiche possono spesso essere sostituite da altre più economiche ma molto simili, che a loro volta sono altrettanto dannose delle specie di storione a causa del loro contenuto di mercurio.

Pesci della famiglia delle carpe

Le carpe sono maggiormente infestate dall'opistorchiasi (vermi piatti parassiti), soprattutto nelle aree endemiche dei bacini fluviali: Ob, Irtysh, Ural, Volga, Kama, Don, Dnieper, Dvina settentrionale, Biryusa. Le persone affette da malattie della cistifellea, da alterazioni della formazione e del deflusso della bile (la bile è il nostro principale protettore contro i parassiti) dovrebbero evitare di mangiare questo pesce.

Tonno

Per molti anni, ristoranti e negozi hanno ordinato quasi tutto il pesce proveniente da allevamenti ittici. Ad esempio, la cattura del tonno selvatico è vietata quasi ovunque: sono rimasti pochi pesci di questa specie in natura. Per questo motivo, esistono aziende agricole in cui il tonno viene allevato. Se la produzione è grande, la qualità del pesce è monitorata, il pesce è allevato in condizioni ecologiche e ogni lotto è certificato prima di essere venduto. Si tratta di un costo tangibile per l'azienda, che viene trasferito all'acquirente finale, formando il prezzo. È importante dove viene coltivato esattamente il pesce, come il tonno. Ad esempio, a causa della situazione ambientale sfavorevole della costa del Pacifico, il prodotto può contenere una quantità significativa di mercurio, che tende ad accumularsi nell'organismo. Per questo motivo, i pesci provenienti dagli allevamenti del bacino del Pacifico non dovrebbero essere utilizzati.

Inoltre, i fornitori poco affidabili aggiungono al cibo per pesci gli ormoni della crescita, che non sono sicuri per l'organismo umano. I piccoli allevamenti asiatici sono di solito colpevoli di questi trucchi.

I pesci gatto

Le specie ittiche predatrici rappresentano un pericolo particolare. Il più importante di questi è il pesce gatto. In natura si nutre di molluschi, piccoli pesci, rane, piccoli animali che attraversano l'acqua e non disdegna le carcasse di animali e uccelli che cadono nel fiume. Negli allevamenti, per risparmiare, produttori senza scrupoli possono formare il loro cibo per pesci gatto principalmente da carcasse con l'aggiunta di ormoni della crescita. Il pesce diventa pericoloso da mangiare.

Acquistate il pesce gatto a casa o ordinate un pasto al ristorante solo nelle regioni in cui è consentito pescare il suo habitat naturale. Come per il tonno, lo sgombro, la spigola e altri pesci di mare, il prezzo basso dovrebbe essere un campanello d'allarme per l'acquirente: è probabile che il produttore non abbia ottenuto i certificati che confermano la sicurezza del prodotto.

Spigola selvatica

L'habitat di questo pesce influisce fortemente sulle sue proprietà e sulla sua composizione; ad esempio, la spigola cilena ha un alto contenuto di mercurio, quindi non può essere consumata più di un paio di volte al mese. È meglio prendere il pesce dalle isole Falkland, dalle coste argentine o dalle acque antartiche, dove la situazione ambientale è migliore e quindi la composizione è più sicura.

Fugu

Di questo pesce giapponese tutti hanno sentito parlare. Consumato soprattutto dagli amanti delle prelibatezze o delle emozioni forti, non farà sicuramente parte della vostra dieta quotidiana. È uno dei membri più velenosi del mondo marino. Il pesce Fugu contiene il veleno tetrodotossina, letale per l'uomo. La quantità di veleno contenuta in un esemplare è in grado di uccidere una dozzina di persone. I cuochi sono quindi appositamente autorizzati a cucinare questo pesce e provarlo in luoghi non controllati può essere letale. Vale anche la pena di notare che la maggior parte dei pesci crudi o semi crudi sono pericolosi. Il trattamento termico può distruggere la maggior parte dei fattori che possono causare l'avvelenamento. A casa si può bollire il pesce, cuocerlo al forno o preparare delle bistecche friggendole per un paio di minuti su entrambi i lati. Dovreste anche essere più consapevoli della scelta del prodotto. Non comprare bistecche affettate. È meglio acquistare una carcassa intera e tagliarla da soli, perché è più sicuro e più sano senza introdurre batteri e sostanze inutili. E non esitate a chiedere licenze e documenti che confermino la qualità del prodotto.

Passion.ru

.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *