La "Teoria Dei 90 Minuti" Scientifica Che Aiuta A Perdere Peso - Foto

La

Siamo onesti: non esiste una dieta uguale per tutti. Tiene conto delle peculiarità di ogni corpo, del tasso metabolico individuale, delle abitudini alimentari e, soprattutto, del ritmo di vita personale, che non può essere inserito nella maggior parte degli schemi di buona alimentazione esistenti. È quindi assurdo prescrivere \"metodi orari\" o consigliare il digiuno (un digiuno di 16 ore che a lungo andare rallenta in modo catastrofico il metabolismo), ad esempio. Ignorare la salute è pericoloso. Ma di tanto in tanto emergono i cosiddetti \"metodi lenti\" come battaglia professionale contro i chili di troppo; che hanno il vantaggio di essere facili da inserire in qualsiasi stile di vita o anche nelle abitudini alimentari, pur facendo una perdita di peso davvero buona.

Cita Elle.ru, la \"teoria dei 90 minuti\" è tra gli ultimi successi ;;-. È stato citato da una serie di importanti scienziati, tra cui uno studio del 2018 di Ruddick-Collins e Morgan (The Big Breakfast Study: Chrono-nutrition influence on energy expenditure and bodyweight) e dei giapponesi Shigenobu Shibata e Akiko Furutani (Chrono-nutrition and n-3 polyunsaturated fatty acid, Folia Pharmacologica Japonica). Soprattutto, il metodo è interessante perché si adatta a qualsiasi programma. Ma qual è il principio che sta alla base di questa ora e mezza?

La

È semplice: provate da domani a fare colazione 90 minuti più tardi del solito e a cenare 90 minuti prima. Sarete sorpresi di quanto seriamente possiate perdere peso, migliorare la qualità del sonno e regolare i livelli di zucchero nel sangue in questo modo. In uno studio di 12 settimane, i soggetti sottoposti al test hanno perso peso nella metà del tempo rispetto alla tradizionale fame o alla dieta pesante.

Una precisazione importante! \"La teoria dei 90 minuti suggerisce un approccio piramidale alla dieta. Dove il \"fondamento\", l'ampia base, è una colazione abbondante, e un piccolo \"top\" - cena leggera. Questo vi aiuterà a dormire meglio, accelerando così i processi metabolici e rigenerativi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *