A Quale Età È Meglio Partorire E Cosa Controllare Prima Di Pianificare Una Gravidanza

A quale età è meglio partorire e cosa controllare prima di pianificare una gravidanza

Il concetto di donna anziana sta lentamente ma inesorabilmente scomparendo dal lessico del personale della maternità. L'aspettativa di vita e la qualità della medicina sono in aumento, quindi le nascite in generale stanno diventando più tardive. Ma non si può ingannare la natura, ci assicurano i medici. Qual è l'età ideale per avere figli? E cosa si deve prendere in considerazione quando si pianifica una gravidanza vicino ai quarant'anni?

Controllo della riserva ovarica

Statisticamente, dai 20 ai 36 anni è l'età ottimale per avere un bambino. Ma questo deve essere determinato per ogni donna individualmente. L'ideale sarebbe effettuare una volta all'anno un'ecografia di screening della riserva ovarica e un esame del sangue per l'AMH (ormone anti-müller). Questo può essere consigliato soprattutto alle ragazze le cui madri sono entrate in menopausa prima dei 45-50 anni.

La riserva ovarica può terminare sia a 25 che a 50 anni: tutto è individuale. Si riferisce al numero di ovuli che vengono depositati quando una bambina è ancora nel grembo materno. Quando una bambina nasce, il numero di follicoli nelle sue ovaie raggiunge i due milioni. All'inizio della pubertà ne rimangono 200-400 mila. Dopo i 30 anni, la riserva ovarica della donna inizia a diminuire. Dopo i 35 anni, il numero di ovociti diminuisce rapidamente, quindi diventa più difficile rimanere incinta. Si tratta di una media statistica. Come ho detto, tutto è individuale, quindi è consigliabile controllare periodicamente la propria riserva ovarica. I casi in cui la gravidanza si verifica naturalmente a 50 anni sono eccezioni!

Cosa influenza il codice genetico

I maschi hanno un'età riproduttiva molto più lunga delle femmine. Sì, un uomo può diventare padre a 70 anni. Ma i rischi per la salute del bambino aumentano di anno in anno. Se l'età del futuro padre è di 40 anni e oltre, aumenta la possibilità di avere un figlio con diverse alterazioni genetiche, perché nel corso della vita si incontrano diversi virus e batteri che possono alterare il codice genetico umano.

Quindi, se l'età della futura mamma è superiore a 35 anni e quella del futuro papà a 40 anni, si consiglia la diagnosi genetica preimpianto in FIV; mentre per la gravidanza naturale si raccomanda una diagnosi prenatale non invasiva alla 10a settimana, con una probabilità di successo del 99%. La scienza si ostina a dire che più giovani sono i genitori, maggiori sono le possibilità di avere una prole sana.

Il corpo delle donne è organizzato in modo tale che durante il periodo fetale venga depositata una riserva di ovuli. La loro qualità e quantità sono direttamente correlate, in primo luogo, allo stile di vita e ai modelli di gravidanza della madre, e poi alla donna stessa. Purtroppo su questo aspetto incidono anche l'ambiente, le cattive abitudini, lo stile di vita e i fattori ereditari.

Vale anche la pena ricordare che più si invecchia, più si acquisiscono malattie croniche, che influiscono negativamente sia sul concepimento che sul parto. Non è consigliabile valutare la riserva ovarica tutta in una volta. Questo è rilevante quando una donna sta pianificando una gravidanza dopo i 30 anni, quando ci sono stati interventi chirurgici alle ovaie, quando c'è una diagnosi di infertilità (primaria e secondaria) a qualsiasi età.

Se si ottengono valori buoni, si può ipotizzare che una gravidanza possa verificarsi da sola (se si escludono altri fattori). Tuttavia, se i numeri sono bassi, si può solo ipotizzare che ci siano difficoltà a rimanere incinta. Ma non possiamo essere sicuri al 100% di questo, perché il numero di ovuli può essere basso, ma sono tutti pronti per essere fecondati.

Se una donna non è diventata madre prima dei 35 anni e non ha intenzione di farlo nel prossimo futuro, dovrebbe prendere in considerazione la crioconservazione dei suoi ovuli per poter dare alla luce un bambino geneticamente proprio in futuro. In teoria, la gravidanza può avvenire a qualsiasi età, purché la donna non sia entrata in menopausa persistente. Per il padre, anche l'età fa una grande differenza. Dopo tutto, metà del materiale genetico appartiene a lui.

Passion.ru

.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *