7 Domande Da Porre Al Cardiologo Se Non Si Ha Un Problema Cardiaco

7 domande da porre al cardiologo se non si ha un problema cardiaco

Il cuore è l'organo più importante del nostro corpo, una sorta di \"motore umano\", e anche se non si hanno lamentele dirette sulle sue prestazioni, è necessario fare prevenzione e prendersene cura con attenzione.

Secondo Oleg Volkov, cardiologo e direttore medico della società \"Angioline\", riporta Day.Az citando mail.ru.

1. L'esercizio fisico può avere un impatto negativo sulla funzione cardiaca?

In primo luogo, il cuore è un muscolo e l'attività fisica regolare lo pompa: le pareti del ventricolo sinistro si ispessiscono, aiutandolo a pompare molto più sangue, gli organi si ossigenano più velocemente e ci si sente meglio rispetto a uno stile di vita sedentario.

Ma l'esercizio fisico eccessivo è dannoso quanto il non praticarlo affatto. Per questo motivo è necessario allenarsi regolarmente e aumentare gradualmente il carico di lavoro. Questo permette all'organismo di evitare stress inutili.

2. Quali sono gli sport che fanno bene al cuore?

Tutti gli esercizi fanno bene al cuore: nuotare, correre, andare in palestra o semplicemente camminare all'aperto per almeno 30 minuti al giorno. Per camminare in salute, l'OMS raccomanda almeno 10.000 passi al giorno.

È importante considerare la propria frequenza cardiaca e non superare la Zona Aerobica, che è pari al 70-80% della frequenza cardiaca massima, e al 60-70% della frequenza cardiaca massima se si vuole perdere peso o semplicemente mantenersi in forma.

La frequenza cardiaca massima consentita dipende dall'età, dal sesso e dalla forma fisica e viene calcolata individualmente. Il modo più semplice per determinarlo è la formula:

La FC massima è 220 meno l'età in anni. Pertanto, per una persona di 40 anni, la frequenza cardiaca di esercizio dovrebbe essere compresa tra 108 e 144 battiti al minuto.

Se si vuole migliorare la frequenza cardiaca, vale la pena di combinare l'allenamento cardio e quello di forza. Dopo un solo mese di lavoro produttivo vedrete il risultato: il consumo di ossigeno aumenta del 15-20%. Se avete problemi al cuore, è il vostro cardiologo che deve stabilire la durata e l'intensità degli allenamenti.

3. Quali vitamine e minerali sono essenziali per il cuore?

Il primo oligoelemento benefico per il cuore è il magnesio e deve essere incluso nell'alimentazione quotidiana. La dose giornaliera necessaria di magnesio è di 300 mg per gli uomini e 270 mg per le donne.

4. Quali sono gli alimenti che fanno male al cuore?

Eccessivi cibi grassi, salati e dolci, nonché fast food, patatine. Rendono fragili i vasi sanguigni, li intasano di colesterolo e impediscono la libera circolazione del sangue. Ricordate sempre: \"Siamo ciò che mangiamo\". Includete nella vostra dieta erbe, noci e fagioli (proteine vegetali), oltre ai funghi (sono un potente antiossidante).

5. Un regime di consumo irregolare può danneggiare il cuore?

Il cuore e i vasi sanguigni hanno bisogno di acqua più di quanto si sappia: aiuta a fluidificare il sangue. La sua carenza provoca una serie di effetti negativi, come il deterioramento della funzione vascolare e lo sviluppo dell'ipertensione.

Se non ci sono controindicazioni mediche, si dovrebbe cercare di bere non meno di due litri di acqua al giorno. E dovrebbe essere acqua potabile pura, non caffè o tè.
Questo aiuta a prevenire le malattie del pancreas e del fegato, e questo a sua volta ha un effetto positivo sui vasi sanguigni e sul cuore.

6. Il sonno può influire sulla salute del muscolo cardiaco?

Un sonno sano e completo è uno strumento importante non solo nella lotta contro l'invecchiamento precoce, ma anche un'eccellente misura preventiva contro le malattie cardiovascolari. Dormire meno di 6 ore aumenta il rischio di ischemia e provoca lo sviluppo di ipertensione. Cercate di dormire almeno 7 ore a notte. Se lo fate, riducete il rischio di problemi cardiaci fino al 65%! I fisiologi consigliano di andare a letto alla stessa ora e di addormentarsi non oltre le 23 ore.

7. Come far funzionare il cuore in estate?

Sebbene l'estate in Russia sia sempre benvenuta, la stagione calda deve essere presa sul serio. Le temperature elevate mettono a dura prova il sistema cardiovascolare. La frequenza cardiaca aumenta, le crisi ipertensive, i disturbi del ritmo cardiaco, ecc. non sono rari.

Nella stagione calda è meglio stare all'ombra, indossare un cappello e indumenti leggeri in tessuti naturali, bere più acqua fresca, astenersi dal bere alcolici.

Attenersi dagli sbalzi di temperatura, ad esempio passando da una strada calda a una stanza con un ventilatore freddo. Allo stesso modo, non bisogna mai immergersi nell'acqua ghiacciata! Ciò è particolarmente vero quando l'acqua calda viene interrotta. La reazione dell'organismo può essere imprevedibile.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *