6 Pratiche Per Costruire La Durezza Mentale E Superare L'ansia: I Consigli Di Un Neurobiologo

6 pratiche per costruire la durezza mentale e superare l'ansia: i consigli di un neurobiologo

La neuroscienziata Wendy Suzuki pratica lei stessa questi esercizi e li consiglia ad altri.

La scienziata e neuroscienziata Wendy Suzuki afferma che uno dei modi più efficaci per affrontare l'ansia è quello di fare esercizi per sviluppare quella che viene chiamata durezza mentale. Anche se può sembrare più facile a dirsi che a farsi, questi esercizi possono aiutarvi a migliorare la vostra durezza mentale e a imparare a gestire le situazioni di stress senza perdere le staffe.

Quelli che seguono sono 6 tipi di esercizi che Wendy fa quotidianamente per sviluppare la durezza mentale e la resilienza e che raccomanda a tutti di fare.

1 Visualizzare i buoni risultati.

Wendy dice che dovreste iniziare ogni giorno lavorando mentalmente sui vostri problemi, immaginando solo un esito positivo della situazione. Ad esempio, se avete una riunione difficile con il vostro capo, immaginate di andarci, di parlare con il vostro capo e di ottenere il miglior risultato possibile. Lo studioso sottolinea l'importanza di non sottovalutarsi. Immaginate non un buon risultato, ma il migliore possibile.

2. Trasformare l'ansia in progresso.

Emozioni negative come rabbia, paura, tristezza, preoccupazione e frustrazione possono sopraffare una persona o potenziarla. Suzuki ci incoraggia a pensare al lato positivo delle emozioni e a come possono aiutarci. Per esempio, se siete arrabbiati, la rabbia può sia annebbiare la vista e impedirvi di andare avanti, sia essere usata come forza motivante.

3. Aggiungete qualcosa di nuovo alla vostra vita.

Con le risorse online, recuperare e rinfrescare la mente con nuove competenze è ora più facile che mai. Certo, stare nella propria zona di comfort è più piacevole, ma Suzuki dice: \"Non deve essere un esercizio fisico o qualcosa di elaborato. È sufficiente qualcosa che vi faccia uscire un po' dalla vostra zona di comfort\". Il cambiamento può spaventare, ma ci aiuta a espandere i nostri orizzonti e a realizzare le nostre capacità.

4. Rimanere in contatto.

Quando siamo stressati, il nostro primo istinto è quello di ritirarci e di isolarci dagli altri. Tuttavia, è importante rimanere in contatto con altre persone. Questo ci darà la sensazione di non essere soli, ci circonderà di persone a cui teniamo e che si preoccupano per noi quando attraversiamo momenti difficili ed emozioni.

5. Invia a te stesso messaggi positivi.

Questo punto mi ha sorpreso, ma ci vedo una certa logica. Lo studioso racconta che all'inizio e alla fine della giornata l'attore Lin-Manuel Miranda si scrive messaggi divertenti e ottimisti. Lo descrive come mentalmente resistente e prevalentemente ottimista. E i promemoria e i messaggi positivi che si manda ogni giorno (e non è necessario farli sapere al mondo intero) lo riempiono di vitalità per la giornata.

Potremmo voler rimproverare noi stessi, ma invece dobbiamo diventare il nostro fan più fedele.

6. Uscire nella natura.

È scientificamente provato che la natura aiuta a calmarsi ed è benefica per la condizione generale. Non è necessario vivere nei boschi per sentirlo. Basta fare una passeggiata, passare un po' di tempo sulla veranda di casa o fare un giro in giardino. La natura solleva davvero lo spirito, aiuta a liberare la mente, a riorganizzarsi e a resettare il cervello quando i livelli di stress iniziano a salire.

Cluber.com.ua

.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *